Progetti

Progetti

I progetti della nostra cooperativa mettono al centro la persona con disabilità, per far diventare essa una risorsa all’interno della comunità attraverso il potenziamento delle proprie capacità.

Progetto Storie in bottega

Prevede la realizzazione di una serie di interviste ai gestori dei negozi storici del cremonese, dove le persone che frequentano i servizi della nostra cooperativa vengono a conoscenza del tessuto commerciale della città, scoprono le storie personali che stanno dietro ad alcuni di questi negozi e insieme ad essa anche la storia della città.

Le persone con disabilità intellettiva e/o relazionale che partecipano a questo progetto elaborano anche del materiale promozionale in supporto cartaceo e video che ulteriormente è messo a disposizione dei negozi e degli enti che si occupano del commercio e del turismo cremonese, per dare una maggior visibilità a queste realtà potenziando la loro capacità di attirare nuovi clienti e anche dei turisti.

Questo progetto ha ricevuto un finanziamento da parte del Comune di Cremona tramite il bando Cultura Partecipata 2019 e si realizza in collaborazione con Confcommercio.

 

Progetto ThisAbility

Gli obiettivi del progetto #ThisAbility realizzato insieme ad Anffas Cremona Onlus è nato da un’idea della Compagnia delle Griglie, sono sensibilizzare il territorio all’inclusione attiva delle persone con disabilità in eventi e contesti pubblici e creare un team operativo stabile che si riconosca anche come gruppo informale e che abbia, all’interno del progetto, opportunità di socializzazione e di potenziamento delle proprie relazioni interpersonali amicali.

Questo gruppo di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale, accompagnati e supportati da un team educativo (educatori, pedagogista, volontari) contribuisce alla realizzazione di eventi diversi:

  • nell’ambito della ristorazione;
  • in manifestazioni sportive;
  • in eventi pubblici e privati in affiancamento ad un servizio catering o di ristorazione.

Viste le mansioni che le persone che partecipano al progetto devono svolgere, per le caratteristiche del servizio e gli ambiti dello svolgimento dello stesso, si è deciso di coinvolgere persone con disabilità con i seguenti requisiti:

  • La maggiore età
  • Una buona deambulazione
  • II possesso di buone competenze operative e manuali
  • II possesso di caratteristiche relazionali funzionali ad un sereno svolgimento del servizio richiesto
  • Disponibilità ad un impegno nelle ore serali e nei fine settimana
  • Disponibilità a mettersi in discussione e ad imparare nuove mansioni
  • Disponibilità e capacità di relazionarsi in un gruppo.

 

Progetto BookBox

BookBox è un progetto di sperimentazione e d’inclusione sociale che vuole favorire una reale partecipazione alla comunità da parte di persone con disturbi dello spettro autistico (ASD) e di persone con disabilità intellettiva, che insieme agli educatori si occuperanno della cura, l’aggiornamento periodico e la distribuzione dei volumi presenti nelle biblioteche della rete Bookbox.

BookBox si propone di realizzare piccole biblioteche in sale di attesa frequentate da bambini, adolescenti e adulti (studi medici, dentistici, pediatrici, cliniche, ospedali e/o altre attività commerciali in cui sia presente un punto di attesa).

L’obiettivo del progetto è quello di promuovere attività che offrano la possibilità di misurarsi con un’esperienza che ricalca quella lavorativa e garantisce, al tempo stesso, un servizio al territorio. BookBox si propone anche di migliorare i luoghi coinvolti dal progetto, promuovendo la lettura nelle sale d’attesa.

La nostra cooperativa partecipa a questo progetto insieme ad Anffas Cremona Onlus. Per avere più informazioni sul progetto BookBox è possibile visitare il sito web del progetto www.bookbox.it.

 

Progetto Ci sei nei Musei

E’ un progetto che mira a migliorare l’accessibilità ai contenuti presenti nei luoghi culturali da parte di persone in situazione di fragilità (persone con disabilità intellettiva, persone con un basso livello culturale o una scarsa padronanza della lingua italiana, …), e che si realizza insieme ad Anffas Cremona Onlus.

Offre la possibilità alle istituzioni culturali di tradurre al linguaggio facile da leggere e da capire (in formato cartaceo e anche multimediale) il loro materiale per aumentare così i potenziali visitatori e rendere effettivo l’articolo 9 della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità che sancisce l’accesso all’informazione tramite l’utilizzo di supporti specifici quali il braille o il linguaggio facile da leggere e da capire.

Oltre alla traduzione del materiale, le persone con disabilità intellettiva e/o relazionale che partecipano attivamente nel lavoro di traduzione dei testi possono svolgere il ruolo di guida, accompagnando una guida professionale ed illustrando alcune delle opere presenti ai visitatori.

In questo modo, la persona con disabilità intellettiva e/o relazionale assume un ruolo attivo non soltanto nella creazione dell’informazione ma anche nella condivisione di essa, migliorando le proprie capacità di lettura, scrittura e di socializzazione, nonché acquisendo un maggior background culturale e rendendo effettivo l’articolo 30 della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità che sancisce la partecipazione attiva delle persone con disabilità alla vita culturale e sociale.

Scarica qui la guida realizzata per la mostra Il Regime dell’Arte: Il Premio Cremona 1939-1941

Scarica qui la guida realizzata per il Museo Popoli e Culture del PIME Milano

Dimensione carattere
Contrasto